news
BANCHE: Accordo per il Credito 2019. Tutto ciò che è utile sapere
07/02/2021

BANCHE: Accordo per il Credito 2019. Tutto ciò che è utile sapere

Il 15 novembre del 2018 è stato sottoscritto l’Accordo per il Credito 2019, tra l’Associazione Bancaria italiana (ABI), e le organizzazioni di categoria maggiormente rappresentative, come modificato dagli Addenda del 6 marzo e del 22 maggio scorsi (che trovi negli allegati), che hanno introdotto innovazioni alla misura “Impresa in Ripresa 2.0” per venire incontro alle esigenze delle imprese danneggiate dalla pandemia di COVID - 19.

L’anzidetta misura prevede la possibilità per le Banche e gli Intermediari finanziari aderenti di:

- sospendere per un periodo massimo di 12 mesi il pagamento della quota capitale delle rate dei finanziamenti;

- allungare la scadenza degli stessi.

Gli Addenda (del 6 marzo e del 22 maggio scorsi) hanno riguardato:

- l’estensione della applicazione della misura in parola anche ai finanziamenti in essere fino al 31 gennaio 2020, erogati in favore delle PMI in bonis;

- l’estensione della misura fino al 30 settembre 2020 anche ai finanziamenti in essere fino al 31 gennaio 2020, erogati in favore delle imprese di dimensioni maggiori rispetto alle PMI;

- la possibilità per le Banche di estendere la durata della sospensione fino a 24 mesi per le imprese appartenenti a specifici settori o filiere produttive con maggiori difficoltà di ripresa dai danni conseguenti all’emergenza sanitaria determinata dalla diffusione del COVID – 19.

Considerato che tale emergenza non può ritenersi conclusa, Confagricoltura ha sottoscritto, lo scorso 17 dicembre, con ABI, e le altre organizzazioni di categoria maggiormente rappresentative, un nuovo Addendum all’Accordo per il Credito 2019 (allegato).

Si rinnovano, pertanto, le iniziative di sospensione delle rate dei mutui e dei finanziamenti, già disciplinate da precedenti accordi sottoscritti con la medesima Associazione (6 marzo e 22 maggio 2020).

Nello specifico il nuovo Addendum:

- proroga dal 31 dicembre 2020 al 31 marzo 2021 il termine per la presentazione delle domande di accesso alla sospensione del pagamento delle rate (quota capitale, ovvero quota capitale e quota interessi) dei finanziamenti, secondo quanto previsto dalla misura “imprese in ripresa 2.0” contenuta nell’Accordo per il Credito 2019 (come modificato dagli Accordi del 6 marzo e del 22 maggio scorsi). Si fa rilevare che tra le possibili condizioni migliorative che le singole Banche possono adottare rispetto a quanto previsto in generale dall’Accordo può essere considerata anche la sospensione dell’intera rata, anziché della sola quota capitale del finanziamento (lettera circolare ABI allegata).

- la sospensione del pagamento delle rate dei finanziamenti, coerentemente con le linee guida EBA – Autorità Bancaria Europea - non potrà superare la durata massima di nove mesi, comprensivi di eventuali periodi di sospensione già concessi sullo stesso finanziamento in conseguenza dell’emergenza epidemiologica COVID – 19.

Tali modifiche sono operative dalla data di sottoscrizione dell’Addendum in parola.

Le Banche e gli altri intermediari finanziari già aderenti all’Accordo per il Credito 2019, e ai successivi Addenda del 6 marzo e del 22 maggio 2020, si intendono automaticamente aderenti al nuovo Addendum, salvo formale disdetta da comunicare all’ABI