Progetto realizzato con il contributo del
Programma di sviluppo rurale 2014-2020
Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale:
l’Europa investe nelle zone rurali

Progetto realizzato con il contributo del Programma di sviluppo rurale 2014-2020
Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l’Europa investe nelle zone rurali

Regione Liguria Repubblica ItalianaA Unione Europea PSR Liguria
Dicono di noi

La Stampa: vespa velutina. il quadro della situazione da parte di Confagricoltura Liguria

02 dicembre 2021
La Stampa: vespa velutina. il quadro della situazione da parte di Confagricoltura Liguria -  Dicono di noi | Confagricoltura Liguria

Il passaggio su La Stampa da parte del presidente ligure di Confagricoltura, Luca De Michelis inerente lo stato dell'arte per quanto riguarda i danni legati alla vespa Velutina.

I Dati DEGLI APICOLTORI LIGURI:

Apicoltori liguri 2.648 – Dato nazionale 68.600

Alveari liguri 30.000 – Dato nazionale 1.400.000

Circa l’80% degli apicoltori liguri detiene meno di 15 alveari ciascuno.

Produzione ligure 2020 circa 500 tonnellate; dato nazionale 18.500 tonnellate. In leggero aumento rispetto al 2019 dovuto però esclusivamente all’aumento degli alveari.

 

Cos’e’ la VESPA VELUTINA:

Negli ultimi anni una delle peggiori minacce per le api è stata la Vespa Velutina o calabrone asiatico, un vorace predatore di apiari originario dell’Asia sud-orientale. Presente in alcune zone della Liguria da quasi dieci anni, sta arrecando gravissimi danni all’apicoltura.  In pratica questi calabroni neri, leggermente più piccoli di quelli che solitamente conosciamo, nella stagione buona stazionano in volo davanti agli apiari in attesa di predare gli insetti che escono a bottinare. Il problema è che le api non hanno alcuno scampo, poiché se tentano di uscire vengono uccise, e se rimangono rinchiuse nelle arnie, consce del pericolo, non riescono a svolgere neppure le proprie minime azioni vitali, né raccogliere cibo per alimentare la famiglia che si indebolisce fino a rischiare la morte. Un singolo esemplare – e nei nidi se ne contano sino a 12mila – è in grado di cacciare e uccidere oltre 100 api al giorno e in gruppo possono cancellare interi allevamenti.

 

Quali danni arreca la VESPA VELUTINA:

Quando questo predatore tiene sotto assedio gli alveari le api smettono di uscire per raccogliere il cibo (nettare e polline) necessario per nutrire la famiglia. Di conseguenza la colonia si indebolisce pericolosamente.

In Francia, a causa di Vespa velutina, sono state segnalate perdite degli alveari che arrivano fino al 50%.

L’ape è il principale insetto impollinatore. Dalla sua sopravvivenza dipende la capacità riproduttiva di almeno 130mila specie di piante.

Oltre alle api – che rappresentano l’80% della dieta proteica delle larve di velutina in ambiente urbano e il 45-50% in ambiente rurale – il calabrone preda anche altri importanti impollinatori (bombi, megachilidi, farfalle, etc).

Danni secondari, ma non trascurabili, sono quelli ai frutti maturi, prediletti dagli esemplari adulti di velutina

Il tasso di aggressività verso l’uomo è analogo a quello del calabrone europeo. In prossimità dei nidi però l’attacco può essere violento: 8-12 punture possono provocare un avvelenamento che richiede il ricovero in ospedale.

La pericolosità è anche dovuta al fatto che Vespa velutina costruisce i propri nidi spesso in vicinanza di aree urbane o dentro edifici ad uso umano, come serre, capanni o terrazze.

 

Cosa si sta FACENDO PER CONTRASTARLA:

Purtroppo non esiste un sistema per difendersi da questi terribili predatori, anche se negli ultimi mesi, proprio in Liguria, è stato sperimentato un metodo assai promettente.

La Regione Liguria, infatti, e l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta hanno attivato una nuova programmazione per arginare la diffusione della Vespa velutina, dopo il via libera del ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali al progetto 'L'avanguardia tecnologica difende le api dalla Vespa velutina', della durata di 24 mesi.

Sono partner di questa sperimentazione, realizzata con capofila l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta, il Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria - Centro di ricerca Agricoltura e Ambiente (CREA-AA) e le Associazioni di Apicoltori ApiLiguria e Alpa Miele.

Il progetto sperimenta il 'Metodo Z' con interventi sugli apiari colpiti dall'insetto predatore tramite un sistema di neutralizzazione che sfrutta la contaminazione di un certo numero di operaie di vespa presenti presso gli alveari. È sufficiente l'utilizzo di una dose piccolissima di prodotto biocida per provocare la morte degli altri esemplari adulti e della regina. Si vuole dimostrare che trattamenti ripetuti a distanza di tempo riescono a neutralizzare completamente il nido senza rischi per le altre specie, per l’ambiente e minimizzando le possibilità di incidenti per l’operatore.

Accelerare sul contenimento di questa specie aliena invasiva - dopo diverse iniziative e l’attività che nell’ultimo anno hanno portato all’eliminazione di circa mille nidi - è necessario per frenarne la diffusione e concorrere ad una decisa inversione di tendenza.

Già il progetto 'Life Stopvespa' tra Liguria e Piemonte ha contribuito a una fattiva rimozione dei nidi segnalati in Liguria con diverse squadre di neutralizzazione e di monitoraggio, in collaborazione con le istituzioni, i nuclei locali di Protezione Civile, le associazioni di categoria e gli apicoltori. Decisivo dal 2019 il lavoro di gestione organizzativa e il coordinamento tecnico-operativo sulle segnalazioni e sugli interventi dell’Ente Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri.

In Italia, il primo individuo adulto è stato catturato nel 2012 in Liguria, a Loano, mentre l'area di maggiore diffusione è circoscritta tra il confine con la Francia e Alassio.

Le più lette

Vedi tutte
INCENDI BOSCHIVI - Confagricoltura Liguria: danno ecosistemico, dissesto e mancato assorbimento CO2 oltre a tutti i danni a strutture, attività e cose
INCENDI BOSCHIVI - Confagricoltura Liguria: danno ecosistemico, dissesto e mancato assorbimento CO2 oltre a tutti i danni a strutture, attività e cose
08 agosto 2022Comunicati
AGRICOLTURA SOCIALE: al via la nuova edizione del bando "made in Confagricoltura". In palio oltre 120.000 euro
AGRICOLTURA SOCIALE: al via la nuova edizione del bando "made in Confagricoltura". In palio oltre 120.000 euro
01 agosto 2022News
SPIGHE VERDI 2022: sono 63 i comuni virtuosi, tra cui Sanremo e Lavagna
SPIGHE VERDI 2022: sono 63 i comuni virtuosi, tra cui Sanremo e Lavagna
26 luglio 2022Comunicati
PSR REGIONE LIGURIA: proroga per i bandi 5.2 (ripristino danni da calamità) e 6.4 (agriturismo). Le nuove date di scadenza
PSR REGIONE LIGURIA: proroga per i bandi 5.2 (ripristino danni da calamità) e 6.4 (agriturismo). Le nuove date di scadenza
25 luglio 2022Rural 4.0
Primocanale: l'intervento del Direttore Sampietro sulla siccità
Primocanale: l'intervento del Direttore Sampietro sulla siccità
14 luglio 2022Dicono di noi
SICCITA' - Confagricoltura Liguria: dall'agricoltura proposte concrete di chi è il massimo consumatore di acqua
SICCITA' - Confagricoltura Liguria: dall'agricoltura proposte concrete di chi è il massimo consumatore di acqua
13 luglio 2022Comunicati
ANPA Liguria: pensionati di Confagricoltura in Assemblea
ANPA Liguria: pensionati di Confagricoltura in Assemblea
12 luglio 2022Comunicati
PSR: dalla Regione Liguria l'apertura di cinque bandi a valere sulla misura 7
PSR: dalla Regione Liguria l'apertura di cinque bandi a valere sulla misura 7
11 luglio 2022Rural 4.0
AGROVOLTAICO: pubblicate linee guida MITE e decreto “parco agrisolare – PNRR”
AGROVOLTAICO: pubblicate linee guida MITE e decreto “parco agrisolare – PNRR”
30 giugno 2022News
CONTRIBUTI: Piano Voucher PMI per connettività in Banda Ultra Larga
CONTRIBUTI: Piano Voucher PMI per connettività in Banda Ultra Larga
30 giugno 2022Rural 4.0

Network Confagricoltura

Agriturist Giovani di Confagricoltura ANGA ENAPRA

Progetto realizzato con il contributo del Programma di sviluppo rurale 2014-2020

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l’Europa investe nelle zone rurali

Regione Liguria Repubblica ItalianaA Unione Europea PSR Liguria
arrow-leftarrow-rightchevronclosedownload-filedownloadico-playinfolinklogo-confagricoltura-ligurialogo-confagricoltura-liguria_negativenewsplaysearchsendsocial-facebook-colorsocial-facebooksocial-instagram-colorsocial-instagramsocial-linkedin-colorsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-telegram-colorsocial-twitter-colorsocial-twittersocial-whatsapp-colorsocial-youtube-colorsocial-youtube