news
FITOSANITARIO: ultimissime su PAN, su linee guida e su barriere fitosanitarie per l'import nel Regno Unito
22/02/2021

FITOSANITARIO: ultimissime su PAN, su linee guida e su barriere fitosanitarie per l'import nel Regno Unito

Importanti azioni sindacali di Confagricoltura, in questo periodo, su differenti situazioni “delicate” legate ai fitosanitari

Prodotti fitosanitari – linee guida 

Nella riunione dello Scopaff (Comitato Permanente Piante, Animali, Alimenti e Mangimi – Sezione Fitosanitaria) del 26 gennaio 2021 è stata adottata la nuova versione della linea guida sulle autorizzazioni di emergenza a norma dell’art. 53 del Regolamento (CE) 1107/2009.
L’emanazione di tali linee guida è stata ritenuta necessaria dalla Commissione europea a seguito del notevole incremento negli 
ultimi anni delle richieste di usi di emergenza e delle notevoli problematiche dovute alla mancanza di linee generali condivise con le quali esaminare ed affrontare le emergenze fitosanitarie indicate. 

La nuova linea guida, che dovrà applicarsi a tutte le domande di autorizzazione di emergenza di prodotti fitosanitari presentate a partire dal 1° marzo 2021, non sembra introdurre modifiche sostanziali, ma chiarisce molti dettagli della procedura amministrativa e chiede maggiori dati alle società produttrici a supporto della domanda. Al contempo, gli Stati membri dovrebbero ricorrere maggiormente al riconoscimento reciproco di un formulato già autorizzato in altro Stato membro (art. 40 del Reg. 1107/09) e alle estensioni delle autorizzazioni per usi minori (art. 51). 

Prodotti fitosanitari – PAN 

Proseguono i lavori del Comitato Tecnico Scientifico (CTS) sulla revisione del Piano Nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari (PAN).
Le associazioni di categoria non fanno parte del CTS, quindi si rimane in attesa di un aggiornamento ufficiale da parte del Mipaaf; tuttavia, sembra che in merito a diverse criticità già emerse in precedenza (misure di mitigazione, fasce di rispetto, ecc.) non si sia ancora trovato un compromesso a livello tecnico tra le amministrazioni coinvolte (Mipaaf, Mattm e Salute). 

In tale contesto, dunque, non appena sarà disponibile una bozza aggiornata del provvedimento sarà necessario intervenire a livello politico, sollecitando sia i Ministeri che gli assessorati regionali sui temi di maggiore interesse. 

Barriere fitosanitarie all’import nel Regno unito 

Confagricoltura si è immediatamente attivata con i Ministeri competenti e con le Istituzioni del Regno Unito appena pervenuta la notizia dell’emanazione di un provvedimento di legge britannico che prevede nuovi obblighi per il materiale vegetale di alcune specie ospiti di Xylella originario dell’Italia (e degli altri Stati Membri interessati). 

Si tratta di una normativa che entrerà in vigore il prossimo 4 marzo e della quale il Regno Unito ha dato notizia il 17 febbraio; contestabili, quindi, innanzi tutto i tempi così ristretti tra l’emanazione e l’applicazione della norma con ordini chiusi e merce pronta per il trasporto. Tra gli obblighi imposti vi sarebbero controlli ispettivi preventivi sul luogo di produzione e sulle aree circostanti, campionamenti ed in taluni casi anche la quarantena di un anno precedente all’import nel Regno Unito.

In questi giorni è stato predisposto apposito "manualetto"dall’Help desk di ICE Londra, contenente tutti gli approfondimenti e i riepiloghi in merito: ai certificati sanitari e fitosanitari richiesti dal Regno Unito.