news
ISTITUZIONI - CROLLO PONTE MORANDI: segnalazione danni diretti ed indiretti ad aziende. Come fare? Scadenza 1° ottobre 2018
30.08.2018

ISTITUZIONI - CROLLO PONTE MORANDI: segnalazione danni diretti ed indiretti ad aziende. Come fare? Scadenza 1° ottobre 2018

Il modello AE - Segnalazione danni alle attività economiche a seguito del crollo di un tratto del ponte Morandi entro il 1 ottobre 2018

Con deliberazione della Giunta regionale del 30 agosto 2018 sono state approvate le disposizioni relative alla segnalazione dei danni occorsi alle attività economiche non agricole a seguito del crollo di un tratto del viadotto Polcevera sulla A10 – Ponte Morandi, del 14/08/2018.

È possibile presentare la segnalazione con due distinte modalità:

A. modello cartaceo trasmesso alla Camera di Commercio

- tramite consegna a mano presso gli sportelli camerali predisposti, negli orari che saranno resi disponibili all'indirizzo internet delle CCIAA competenti

- a mezzo raccomandata (al fine del rispetto dei termini previsti fa fede il timbro postale di spedizione)

- tramite PEC (posta elettronica certificata) all’indirizzo PEC della Camera di Commercio

B. via telematica, attraverso la piattaforma Webtelemaco (http://webtelemaco.infocamere.it). La segnalazione deve essere sottoscritta con firma digitale del legale rappresentante dell’impresa o, qualora quest’ultimo ne sia sprovvisto, di un soggetto delegato (con specifica procura speciale).

La segnalazione del danno deve essere presentata entro il 1° ottobre 2018.

L'impresa potrà segnalare:

- danni a beni immobili, fabbricati (compresi impianti fissi)

- danni a macchinari, attrezzature, veicoli, arredi (specificare tipo di danno)

- danni a prodotti finiti, semilavorati, materie prime, scorte (specificare tipo di danno)

- spese tecniche

- danni correlati all’interruzione dell'attività (mancato guadagno, oneri aggiuntivi per il personale, oneri aggiuntivi aziendali, altri oneri aggiuntivi)

- danni indiretti subìti dalle attività economiche che non hanno interrotto l’attività (mancato guadagno, oneri aggiuntivi per il personale, oneri aggiuntivi aziendali, altri oneri aggiuntivi).