news
FAUNA SELVATICA: nuove modalità di controllo degli ungulati
03/07/2019

FAUNA SELVATICA: nuove modalità di controllo degli ungulati

Importante novità in materia di contenimento degli ungulati, grazie all'approvazione di una delibera che identifica le nuove modalità di controllo degli ungulati approvate con la  DGR n. 495 del 14/06/2019, ai sensi dell’articolo 36, della L.R. 29/1994.

La delibera sopraccitata ha contestualmente abrogato le precedenti modalità per il controllo del cinghiale approvate con DGR 720/2016, modificate successivamente dalla DGR 226/2018.

Le novità più rilevanti riguardano le attività di controllo in autodifesa dei fondi agricoli (art.5 L.R. 29/1994) e sono le seguenti:

a)            Le attività di controllo sono state estese anche ai conduttori dei terreni asserviti ad impresa agricola, e non solo ai proprietari o conduttori dei fondi qualificati come imprenditori agricoli o imprenditori agricoli professionali, purché muniti di licenza per l’esercizio venatorio e i fondi siano in attualità di coltivazione.

b)           I soggetti autorizzati (imprenditori agricoli) possono comunicare l’avvio delle attività, con un preavviso di 24 ore, al Nucleo regionale di vigilanza faunistico-ambientale o, alternativamente all’ATC/CA territorialmente competente, mentre con le vecchie modalità tale comunicazione doveva essere inoltrata unicamente all’ATC/CA, territorialmente competente.

c)           Attraverso le nuove modalità il soggetto autorizzato, per ogni intervento svolto, invia la scheda di controllo (definita dalla Regione) al Nucleo regionale di vigilanza faunistico-ambientale o, alternativamente all’ATC/CA territorialmente competente. Le vecchie modalità disponevano l’invio della scheda unicamente all’ATC/CA.