news
Breaking news: e commerce e reti di impresa
12.12.2016

Breaking news: e commerce e reti di impresa

Incentivi per e-commerce e le Reti di impresa                                                 

Le imprese agricole ed agroalimentari che intendono beneficiare dei crediti d’imposta per il commercio elettronico e per le Reti di Impresa devono affrettarsi. I due bonus, istituiti dall’art.3 del d.l.91/2014, salvo proroghe, interessano infatti le spese sostenute fino al 31 dicembre 2016.

Nel frattempo, il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ha stabilito, con due circolari del 17 ottobre 2016 (n.76689 e n.76690), le modalità ed i termini per la presentazione delle istanze per accedere ai benefici, definendo in dettaglio i requisiti di ammissibilità ai fini delle agevolazioni. Per le spese sostenute dal 1 gennaio 2016 al 31 dicembre 2016 le domande dovranno essere presentate dal 20 al 28 febbraio 2017.

Credito d’imposta per  l’e-commerce di prodotti agricoli

Con la circolare 17 ottobre del 2016 n.76689, che modifica integralmente la circolare n.67351 dell’8 ottobre 2015, vengono definite le modalità di presentazione delle domande per l’attribuzione del credito d’imposta per la realizzazione e l’ampliamento di infrastrutture informatiche, esclusivamente finalizzate all’avvio ed allo sviluppo del commercio elettronico.

Per l’attribuzione del credito d’imposta possono presentare domanda: le imprese che producono prodotti agricoli, della pesca e dell’acquacoltura, di cui all’all. I del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea, nonché le PMI come definite dal Regolamento (UE) n. 651/2014 che producono prodotti agroalimentari, della pesca e dell’acquacoltura non ricompresi nel citato all. I.

Il credito d’imposta riconosciuto è nella misura del 40% delle spese per nuovi investimenti sostenuti e comunque non superiori a 50.000 euro.

Sono agevolabili, più in particolare, le spese relative a:

-              dotazioni tecnologiche;

-              software;

-              progettazione ed implementazione e sviluppo database e sistemi di sicurezza.

 

Le istanze dovranno essere presentate dal 20 al 28 febbraio 2017.

La circolare in oggetto (n.76689) è pubblicata sul sito web istituzionale (www.politcheagricole.it), nella sezione “politiche nazionali”, “impresa”, “credito d’imposta” e nella sezione “Amministrazione trasparente”.

Reti di imprese

La circolare del 17 ottobre 2016 n.76690 modifica e sostituisce integralmente la precedente circolare n.67340 del 2015 relativa alle modalità di presentazione delle domande per l’attribuzione del credito d’imposta per incentivare la creazione di nuove reti di impresa, ovvero lo svolgimento di nuove attività da parte di reti di imprese già esistenti.

Possono presentare domanda per l’attribuzione del credito d’imposta le imprese che producono prodotti agricoli, della pesca e dell’acquacoltura, di cui all’all. I del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea, nonché le PMI come definite dal Regolamento (UE) n. 651/2014 che producono prodotti agroalimentari, della pesca e dell’acquacoltura non ricompresi nel citato all. I.

 

Il credito d’imposta riconosciuto è nella misura del 40% delle spese per nuovi investimenti sostenuti per lo sviluppo dei nuovi prodotti, pratiche, processi e tecnologie, nonché la cooperazione di filiera e comunque non superiore a 400.000 euro.

Le spese ammissibili sono relative a:

-              costi per attività di consulenza e assistenza tecnico specialistica prestate da soggetti esterni all’aggregazione in rete, per la costituzione della rete, per la redazione del programma di rete e sviluppo del progetto;

-              costi inattivi materiali per la costruzione, acquisizione o miglioramento di beni immobili e per l’acquisto di materiali e attrezzature;

-              costi per tecnologie e strumentazioni hardware e software funzionali al progetto di aggregazione in rete;

-              costi di ricerca e sperimentazione;

-              costi per l’acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore e marchi commerciali;

-              costi per la formazione dei titolari d’azienda e del personale dipendente impiegato nelle attività di progetto.

-              costi per la promozione sul territorio nazionale e sui mercati internazionali dei prodotti della filiera.

-              costi per la comunicazione e la pubblicità riferiti alle attività della rete.

 

Per l’agevolazione, le istanze dovranno essere presentate dal 20 al 28 febbraio 2017.

La circolare in oggetto (n.76690) è pubblicata sul sito web istituzionale (www.politicheagricole.it), nella sezione “politiche nazionali”, “impresa”, “credito d’imposta” e nella sezione “Amministrazione trasparente”.