news
AREA TECNICA: pubblicato il nuovo regolamento UE sull'uso dei fertilizzanti
02/09/2019

AREA TECNICA: pubblicato il nuovo regolamento UE sull'uso dei fertilizzanti

Si informa che il 25 giugno scorso è stato pubblicato (Guue 25 giugno 2019 n. L 170) il Regolamento 5 giugno 2019, n. 2019/1009/Ue che stabilisce norme relative alla messa a disposizione sul mercato di prodotti fertilizzanti dell'UE, che modifica i regolamenti (CE) n. 1069/2009 e (CE) n. 1107/2009 e che abroga il regolamento (CE) n. 2003/2003.

Il nuovo regolamento va ad armonizzare i requisiti nell'Ue per quanto riguarda i concimi, differenziando le limitazioni a seconda che si tratti di concimi minerali, organici, ammendanti, substrati di coltivazione, ecc.

In particolare, il nuovo regolamento facilita l'accesso al mercato unico dell'Ue per i fertilizzanti ottenuti da materiali organici o riciclati, aprendo nuove possibilità per la loro produzione e commercializzazione su vasta scala. Il regolamento fissa dei limiti armonizzati per una serie di contaminanti presenti nei concimi minerali, come ad esempio il cadmio.

Secondo il regolamento, i prodotti fertilizzanti dell'UE che recano la "marcatura CE" dovranno soddisfare determinati requisiti per beneficiare della libera circolazione nel mercato interno dell'UE.

Questi riguarderanno, tra l'altro, i limiti massimi obbligatori di contaminanti, l'utilizzo di categorie definite di materiali costituenti e gli obblighi di etichettatura.

In relazione alla nuova impostazione del regolamento i produttori di fertilizzanti dovranno verificare se i propri prodotti attualmente in commercio rientrano nelle categorie delle sostanze costituenti al fine di poter apporre il marchio CE. Secondo alcune stime più del 30% dei fertilizzanti dovrà essere sottoposto a specifiche verifiche.

Il regolamento non si applica a prodotti nazionali che non recano la marcatura CE al momento della loro messa a disposizione sul mercato e che rimarranno comunque commercializzabili a livello nazionale.

Il nuovo regolamento, entrato in vigore il 15 luglio 2019, si applicherà a partire dal 16 luglio 2022, data in cui verrà abrogato il regolamento attualmente in vigore (2003/2003).