news
BANDI PUBBLICI: fondi europei sulla Ricerca. Scopriamoli. Scadenza il 27 marzo 2018
10.02.2018

BANDI PUBBLICI: fondi europei sulla Ricerca. Scopriamoli. Scadenza il 27 marzo 2018

Si informa che sono stati pubblicati i bandi del progetto PRIMA (Partnership for Research and Innovation in the Mediterranean Area), il Programma di ricerca e innovazione Euro-Mediterraneo sui temi delle risorse idriche e dei sistemi alimentari che è co-finanziato dalla Commissione Europea e da 19 Paesi dell’Area.  Il programma ha lo scopo di consolidare un partenariato strutturato a lungo termine in materia di ricerca e innovazione nell'area mediterranea.

Università, enti e organismi di ricerca, imprese e associazioni no profit possono presentare progetti di ricerca e innovazione sulle 12 tematiche previste dai bandi e nei settori dell’efficienza nell’uso delle risorse idriche, dell’agricoltura sostenibile e del comparto agroalimentare.

Con un budget di quasi 500 milioni di euro in 7 anni (220 milioni arriveranno dalla Commissione europea nell'ambito del Programma quadro per la ricerca Horizon 2020, 274 milioni dai 19 Paesi partecipanti), PRIMA costituisce uno strumento che, oltre a supportare una ricerca di eccellenza, promuove il dialogo e la cooperazione fra i Paesi euro-mediterranei per uno sviluppo economico e sociale sostenibile.

Per il 2018, i bandi sono finanziati con oltre 50 milioni di euro e sono scaricabili dal sito del MIUR (http://www.ricercainternazionale.miur.it/era/art-185-del-trattato-dell-unione-europea/prima.aspx) e da www.prima-med.org.

I primi bandi di PRIMA pubblicati riguardano la presentazione di proposte progettuali di ricerca e innovazione, nell'ambito delle sezioni 1 e 2 del Programma. Tutti i bandi sono strutturati in 2 fasi successive; nella prima fase si deve sottoscrivere una proposta preliminare che sarà valutata dalla Fondazione PRIMA. Le proposte ammesse alla seconda fase saranno invitate a sottoscrivere la Full Proposal per la valutazione finale e la selezione dei progetti vincitori.

Sezione 1: è composta da 3 bandi transnazionali di ricerca e innovazione, uno per ciascuna delle 3 aree tematiche di PRIMA, che sono gestiti a livello centrale da PRIMA con regole di partecipazione e procedure uguali a quelle normalmente utilizzate da Horizon2020. Il finanziamento dei progetti vincitori sarà erogato direttamente dalla Fondazione PRIMA, che utilizzerà le risorse europee stanziate dalla Commissione Europea per l'anno 2018, pari a circa 18,3 milioni di euro.

La prima fase della Sezione 1 è stata aperta il giorno 6 febbraio e si chiuderà il 17 aprile 2018 alle ore 17.00. La seconda fase, invece, si chiuderà il 15 settembre 2018 alle ore 17.00.

Sezione 2: bando transnazionale di ricerca e innovazione gestito attraverso una procedura sia internazionale che nazionale. La presentazione delle proposte, la loro valutazione e la selezione dei progetti vincitori verrà svolta dalla Fondazione PRIMA a livello internazionale. Il finanziamento dei progetti vincitori, invece, sarà gestito a livello nazionale dai singoli Stati Partecipanti. Il budget complessivo della Sezione 2, ammonta a circa 27,6 milioni di euro.

FASE 1: la prima fase è stata aperta il girono 6 febbraio e prevede la presentazione di una proposta preliminare (pre-proposal) entro e non oltre il 27 marzo 2018, ore 17.00. Il sistema elettronico per la sottomissione delle proposte preliminari aprirà il 27 febbraio 2017. Per il bando della Sezione 2: tutti i partecipanti italiani devono compilare on-line, entro la stessa scadenza della prima fase dei bandi internazionali (27/03/2018 ore 17.00), la domanda nazionale, completa con i relativi allegati pena la non eleggibilità della richiesta. La piattaforma internet per il caricamento delle domande nazionali sarà raggiungibile, a partire dal 12 febbraio, tramite il seguente link: http://banditransnazionali-miur.cineca.it.

FASE 2: i progetti che supereranno la prima fase di valutazione, saranno invitati dalla Fondazione PRIMA, a presentare le proposte complete entro il 4 settembre 2018, ore 17.00. Il sistema elettronico per la sottomissione delle proposte preliminari aprirà il 4 agosto 2017 (data da confermare). In questa seconda fase non è necessario presentare altra documentazione al MIUR.


L'iniziativa è stata avviata da 19 Stati, di cui: 11 Stati membri della UE (Croazia, Cipro, Francia, Italia, Germania, Grecia, Lussemburgo, Malta, Portogallo, Slovenia, Spagna); 3 Paesi Associati ad Horizon 2020 (Israele, Turchia e Tunisia); 5 Paesi Terzi del Mediterraneo (Algeria, Egitto, Libano, Marocco e Giordania).

Area tematica 1 - Gestione sostenibile delle risorse idriche nelle zone Mediterranee aride e semi-aride;

Area tematica 2 - Sistemi agricoli compatibili con i vincoli ambientali Mediterranei;

Area tematica 3 - Catena del valore alimentare Mediterraneo per lo sviluppo locale e regionale.