news
AGROALIMENTARE: il 2018 anno del cibo Italiano nel mondo - acque ai profumi di Liguria il suo aperitivo!
20.12.2017

AGROALIMENTARE: il 2018 anno del cibo Italiano nel mondo - acque ai profumi di Liguria il suo aperitivo!

Gli alberghieri liguri, Confagricoltura Liguria e il Museo Luzzati raccolgono l’invito del MIBACT e del MIPAF e si preparano alla sfida del 2018 con i laboratori “Art of  food and beverage”

Dopo il 2016, Anno Nazionale dei Cammini e il 2017 dedicato ai  Borghi, il 2018 sarà l'anno del Cibo italiano. L’impegno del ministeri dei Beni culturali, dell’Agricoltura e di tutte le Istituzioni locali e regionali si concentrerà sulla promozione del turismo agroalimentare e sulla conoscenza delle produzioni agricole locali.

L’obiettivo dell’anno del cibo italiano nel mondo sarà quello  di valorizzare e mettere a sistema le straordinarie produzioni agricole del “Bel Paese” abbinate al patrimonio storico-artistico.

Le aromatiche liguri, piante utili per lasalute e il  benessere, ricche di olii essenziali, vitamine e minerali, principi nutritivi e proprietà officinalisi candidano, insieme alle reti museali e alle rilevanze storiche ed artistiche ad un ruolo da protagonista per l’evento di rilevanza internazionale voluto  dal MIBACT e dal MIPAF per 2018.

Gli alberghieri liguri, Confagricoltura e il Museo Luzzati candidano un comtent drink a base di aromatiche “made in Liguria” come aperitivo, del 2018 anno del Cibo Italiano Nel Mondo.

Per la campagna di comunicazione, gli organizzatori, del comfort drink“Acque ai profumi di Liguria” hanno realizzato uno shooting fotografico, a cura della  images maker Debora Carrà, all’interno del Museo Luzzati e all’esterno di Porta Siberia, un tempo “cibaria” snodo delle merci in arrivo nel porto, con protagonisti i giovani talenti del “Bergese” futuri ambasciatori del “food made in Italy”.

Il progetto, coordinato dai docenti Giovanni Falcone, Gianluigi Cupito, Monica Barbera, Nello Simoncini e Franco Laureri è stato promosso dal Centro Studi Sul Turismo F.M. Giancardi di Alassio e realizzato in collaborazione con il Museo Luzzati, Confagricoltura Liguria,  la rete degli alberghieri della Liguria, gli animatori turistici del progetto Blue Economy finanziato da fondo sociale europeo del Centro di Formazione E.L.F.o Liguria e gli alunni dell’Istituto Alberghiero Bergese di Sestri Ponente.