news
Agrinsieme Liguria incontra i candidati alla presidenza della Regione. Albenga 23 maggio 2015
20.05.2015

Agrinsieme Liguria incontra i candidati alla presidenza della Regione. Albenga 23 maggio 2015

Lavorare insieme per una agricoltura forte e moderna. Con questo obiettivo Agrinsieme Liguria, il coordinamento che rappresenta le aziende e le cooperative di Cia, Confagricoltura e Alleanza delle cooperative italiane, ha organizzato il confronto con i candidati alla Presidenza della Regione  sabato 23 maggio alle ore 17.30 presso l'Auditorium S. Carlo, Palazzo Oddo ad Albenga in via Roma.

All'evento sono intervenuti Raffaella Paita, Luca Pastorino, Alice Salvatore e Sonia Viale.

“Attraverso questo incontro - spiega Renato Oldoini, a nome di Agrinsieme Liguria - abbiamo messo al centro dell'agenda politica della Liguria la rilevanza dell’agricoltura nell’economia regionale. Essa si esplica direttamente  in termini di produzione, di reddito, di occupazione, sia diretta che con un importante indotto, oltre che attraverso una insostituibile opera di preservazione del territorio ai fini idrogeologici e turistici”.

Per questo motivo il documento che Agrinsieme ha proposto  ai candidati, contiene la richiesta della conferma, nella prossima legislatura, dell'Assessorato all’Agricoltura, la messa in atto di un dettagliato programma di azioni in grado di valorizzare la capacità di fare impresa  in agricoltura e la conferma  del  "Tavolo Verde", strumento di confronto fra mondo dell' impresa e istituzioni.

“Il nostro scopo - continua Renato Oldoini - è far divenire questi temi parte integrante della discussione sul futuro della Liguria. Un processo che non si esaurisce con la fine del confronto elettorale, ma che deve proseguire nel tempo. A questo fine Agrinsieme  mette a disposizione le proprie competenze per fornire il contributo che sarà richiesto”.

Il confronto si è svolto in un clima sostanzialmente sereno che ha consentito, una volta tanto, di mettere al centro del dibattito l'agricoltura, i suoi problemi le sue opportunità. Obiettivo raggiunto con giro serrato di domande e risposte che hanno consentito ai candidati di esporre i propri programmi e le proprie priorità per questo settore.

Impegni presi con chiarezza, dei quali potremo chiedere il rispetto tanto a chi sarà chiamato a governare quanto a chi dall’opposizione, potrà svolgere una fondamentale funzione di stimolo e controllo.

Questo è quanto ci chiedevano  le 6.500 imprese agricole che sono rappresentate da Agrinsieme Liguria: sedicimila associati in grado di esprimere oltre 350 milioni di PLV, e le 51 cooperative con  oltre 7.000 soci ed un volume d'affari di 50 milioni di euro.

"Agrinsieme rappresenta un momento di discontinuità rispetto alle logiche della frammentazione che spesso hanno caratterizzato il mondo agricolo ed è portatore di un nuovo modello di rappresentanza - hanno spiegato i rappresentanti delle associazioni aderenti -. Il coordinamento integra, infatti, storie e patrimoni che non vengono annullati, ma esaltati in una strategia unitaria fortemente orientata al futuro".

"Oggi con questa iniziativa con i candidati alla Regione Liguria, e la grande risposta di partecipazione degli associati - ha concluso per Agrinsieme  Liguria Renato Oldoini - abbiamo messo a disposizione di chi sarà chiamato a governare una  strategia chiara".