news
Luca De Michelis nuovo presidente di Confagricoltura Savona
05.07.2016

Luca De Michelis nuovo presidente di Confagricoltura Savona

DE MICHELIS SUBENTRA A REBELLA ALLA PRESIDENZA DI CONFAGRICOLTURA SAVONA

Non c'è una seria ripresa e non c'è ancora un equilibrio nel paese. Di questo ne fa le spese, anche se non da sola, l'agricoltura; molte cose cambiano e noi facciamo fatica ad interpretarle. La nuova stagione non decolla però noi non dobbiamo sprecare tempo: è necessario riorganizzarci in quanto urge la necessità di fare un percorso per cercare di affrontare i problemi dell'agricoltura.

Chi prevedeva 5 anni fa che lo scenario cambiasse con tanti e profondi cambiamenti per le nostre imprese e la nostra associazione: l'affermazione dell'euro, l'allargamento de''Unione Europea, l'innovazione tecnologica,la globalizzazione, le immigrazioni. Invece dal 2011 tutto e cambiato e trasformato.

Così ha esordito il Presidente Massimo Rebella all’Assemblea di Confagricoltura Savona svoltasi ad Albenga nella propria sede.

Quest’anno –ha detto Rebella- per me è un’Assemblea particolare perché scade il 2° mandato da Presidente e ritengo necessario fare il punto sul lavoro svolto in questo ultimo periodo.

Mi sono impegnato al massimo insieme al consiglio direttivo che ringrazio per cercare di tutelare tutti gli associati al fine di ottenere risultati soddisfacenti pur ricordando la situazione di crisi globale che persiste in tutti i settori, più marcata in agricoltura, così lunga che pare non voglia allontanarsi dal sistema sviluppo economico.

Voglio ricordare alcuni obiettivi raggiunti: l’abolizione dell’IMU e della Tasi agricola per quasi tutto il comparto, l’abolizione dell’IRAP, la riduzione dei contributi previdenziali per le aziende alluvionate e ora in fase di contrattazione provinciale il contratto di lavoro degli operai agricoli e la costituzione del GAL.

Notizie che passano inosservate per mancanza di comunicazione tra la sede e le aziende associate dove, invece, dovrà essere per l’immediato futuro il punto centrale per rilanciare la nostra organizzazione.

Rebella ha proseguito facendo un breve excursus sulla situazione in Provincia che a grandi linee rispetta quanto sopraddetto ricordando la scarsa attenzione verso l’agricoltura che costituisce un punto di partenza in quanto la crisi può essere superata con la riduzione dei costi di produzione per aumentare la produttività e con i prezzi dei prodotti agricoli attualmente nettamente inferiori rispetto a quelli del mercato ai quali ne risentono anche i consumatori ed infine meno burocrazia.

Inoltre, Rebella ha ricordato la situazione dei vari comparti agricoli presenti sul territorio dalla viticoltura alla olivicoltura, all’orticoltura (alta qualità del prodotto) con una gamma di produzione che continua a riscontrare successo sui mercati interni, nazionali ed europei anche se sono prodotti di nicchia; al florovivaismo costretto ancora a soffrire data gli alti interventi non remunerativi della produzione in quanto è stato il comparto che ha sofferto più degli altri.

Chiudo con un “grazie” a tutti i consiglieri e gli associati facendo presente che resto nella macchina Confagricoltura in quanto Presidente della Società di Servizi Agorà costituita l’anno scorso a livello regionale e voluta fortemente dalla sede centrale e che rappresenta un fiore all’occhiello della nostra organizzazione a livello regionale.

Auguro al nuovo Presidente e al Consiglio Direttivo di continuare a fare sindacato propositivo e con l’obiettivo di potenziare l’organizzazione su tutto il territorio migliorando i servizi e l’informazione, assistendo i nostri soci e cercare di allargare la base associativa.

E’ seguito un ampio dibattito al quale sono intervenuti vari consiglieri tra cui Parodi Corrado e fratello e Michelini Davide i quali hanno sollecitato i futuri dirigenti a stare più vicino agli associati per consigliarli ed assisterli.

Presente all’Assemblea il Direttore di Confagricoltura Liguria Andrea Sampietro il quale ha scusato l’assenza del Presidente Renato Oldoini per motivi familiari ed ha aggiornato gli associati sulla situazione del Piano di Sviluppo Rurale.

Indi si è passati alla lettura del bilancio consuntivo 2015 approvato all’unanimità dall’Assemblea.

Infine si è proceduto al rinnovo delle cariche sociali per il triennio 2016/2019.

E’ risultato eletto Presidente all’unanimità Luca De Michelis; inoltre sono stati eletti consiglieri: Michelini Davide, Fazio Lucio, Parolini Fabio, Rebella Massimo e Vignone Fabio i quali uniti ai Presidenti dei Sindacati di Categoria (in fase di nomina) e delle Sezioni Economiche (Dani Bruno, Mattei Enrica, Panizza Gianni, Damonte Paolo, Vigo Roberto, Benedusi Luca Maria, Viglino Luca) vanno a costituire il nuovo Consiglio Direttivo di Confagricoltura Savona.

 

P.S.: Luca De Michelis - 49 anni con un figlio –Vice Presidente della Sezione Florovivaistica Nazionale, ex Vice –Presidente di Confagricoltura Savona, Presidente Distretto Florovivaistico della Liguria.

Conduce un’azienda “Prato del Vescovo” specializzata in piante in vaso; ha studiato Agraria e nel 1994 ha comprato l’azienda dove oggi produce in monocoltura in serre riscaldate la dipladenia (sono fiori a campana in 10 sfumature di colore, in vasi da 9 a 45 cm, fioriscono fino all’autunno e non temono il vento); produce 200 mila pezzi coltivati a piramide, spalliera e cespuglio con serre modernizzate e con una irrigazione con sistema flusso e riflusso, oltre il 90% del prodotto venduto ai grossisti e il 10% con vendita diretta.